sabato 2 marzo 2019

Un Vescovo

Prima di diventare patriarca di San Marco, Giuseppe Sarto (Papa Pio X dal !903-1914) fu, per diversi anni, vescovo di Mantova. Un giorno ricevette la visita di una nobildonna, notoriamente ricchissima, interessata alla sorte di un certo parroco. Nel baciare l'anello episcopale del monsignore, la dama si accorse che, per quanto vistoso, era solo una cianfrusaglia da pochi soldi. Riuscì a dissimulare la meraviglia, ma in cuor suo si ripromise di provvedere al più presto. infatti, dopo alcuni giorni, tornò dal vescovo e gli portò in dono un magnifico anello, nel quale aveva fatto incastonare un grosso e purissimo rubino.
Giuseppe Sarto, in un primo momento, respinse cortesemente la preziosa offerta, ma poi, siccome la signora insisteva con fermezza, accettò il gioiello.
Passò un pò di tempo. Il parroco raccomandato dalla gentildonna fu accontentato  la dama tornò al Vescovado per ringraziare. Le bastò un'occhiata per accorgersi che il Vescovo portava al dito soltanto la montatura della'nello avuto in dono, mentre il rubino era stato sostituito con un pezzo di vetro rosso qualsiasi.
La signora ci restò male e non ce la fece a star zitta. "Ma quello, Monsignore, non è il mio rubino!" esclamò. "Come mai?".
Giuseppe Sarto, dopo un istante di imbarazzo, sorrise e rispose: "Il suo era un rubino fortunato, mi creda! Anziché restare sulla mano di un Vescovo qualsiasi, si è trasformato in tante minestre, tante pagnotte, tante maglie, scarpe e medicine! Dopo tutto, è soltanto una questione di accenti: Dare ai poveri il rubino affinché non rùbino!"

Gian Carlo Fusco - Papa Giovanni - Sellerio editore Palermo

24 commenti:

  1. Cara Farfalla, sai non conoscevo questa storia, poi se è verità è interessante sapere certe cose, grazie infinite che lai condivisa.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai neanche io so se è vera questa storia, io l'ho tratta dal libro, però ho notato che i preti di una volta seguivano molto più il Vangelo che quelli di oggi, nei confronti dei loro parrocchiani. Spero di sbagliarmi. Grazie caro ricambio l'augurio di vero cuore.

      Elimina
  2. padre, per favore, educare la nostra società. Pochissimi é ascoltano. Tanta gioia Anna Maria,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero pochissimi ascoltano e praticano il Vangelo. Tanta gioia anche a te <3

      Elimina
  3. Questa è la vera Chiesa. Papa Pio X dovrebbe essere preso ad esempio da tutti quei clericali che pensano solo a riempire le loro pance e le loro tasche.
    Abbraccio siempre :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono stati in passato Papi che davvero erano Papi di tutto rispetto. Grazie per essere venuta a trovarmi. Abbraccio siempre <3

      Elimina
  4. Non conoscevo questa storia su Papa Pio X è davvero interessante e mi è venuta voglia di approfondire l'argomento su questo grande Pontefice.
    Abbraccio siempre <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero solo che il racconto del libro sia vero, ma a me è piaciuto. Su Wikipedia puoi trovare qualcosina in più.
      Abbraccio siempre <3

      Elimina
  5. meraviglioso e inedito racconto, quanto sarebbe bello se la nostra chiesa avesse degli uomini con questa tempra.
    Bacio serale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe bello davvero amica cara, ma non tanto il Papa quanto certi cardinali smentiscono con il loro comportamento non certo da Vangelo.
      Abbraccio siempre <3

      Elimina
  6. Risposte
    1. Grazie del commento do ut des ;-) Buon pomeriggio a te.

      Elimina
  7. mi piacciono i giochi di parole :)
    buon giorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me soprattutto se hanno un significato "buono" come questo. Beh vista l'ora ti auguro una buona giornata
      😄

      Elimina
    2. grazie del sorriso e buon giorno

      Elimina
    3. Buongiorno per tutto il giorno anche da qui 😄

      Elimina
    4. perdona se vado fuori tema.
      vai a correre ogni giorno? cerca di non esagerare, alla tua età :)
      ciao

      Elimina
    5. Leggendoti, sono scoppiata a ridere. Vabbè che ho quasi 66 anni ma godo di ottima salute e sinceramente correndo mi sento ancora meglio.
      Poi corro sui sentieri delle Langhe, in mezzo ai vigneti; la primavera si sta risvegliando con i suoi colori e i suoi profumi. Il sole e l'aria fresca del mattino rintempra le mie vecchie ossa. Perchè non dovrei andare a correre ogni giorno? E poi se muoio, muoio facendo qualcosa che mi piace, come fare l'amore . Ciao birbante di un maschietto <3

      Elimina
    6. più che al morire pensavo (nel caso di eccesso: la corsa è più traumatica di altri sport) a qualche spiacevole ripercussione, che t'impedirebbe di proseguire a fare quel che ti piace. ma confido nelle tue sensazioni e che ti sappia regolare. ciao

      Elimina
    7. Tranquillo, stamattina volevo andare a correre ma poi con la dolce metà abbiamo preferito andare a raccogliere gli asparagi selvatici. Non so come si chiamano in italiano ma so di certo che sono molto più buoni di quelli coltivati. Abbraccio siempre <3

      Elimina
    8. ottimi. andai pure io (decenni fa) con l'allora "mia" dolce metà :)
      adesso sarà la dolce metà di qualcun altro :)
      abbracciao

      Elimina
    9. Ottimi in frittata. Anche se vegana, in questo faccio uno strappo alla regola. Abbraccio siempre <3
      PS e tu di chi sei la dolce metà ora? Se si può sapere... :-)

      Elimina
    10. concordo: un delizioso abbinamento.
      al momento non ho relazioni sentimentali. ma sto bene anche da solo. mi trovo bene in entrambe le modalità :)
      buon giorno

      Elimina
    11. Stasera ho cucinato un risotto con le punte degli asparagi. Tutti hanno gradito... meno male. Buongiorno per domani

      Elimina